Slide dintorni

CISTERNINO E LA VALLE D’ITRIA

Uliveti e vigneti a perdita d’occhio, morbide colline punteggiate dai trulli, con i coni rivolti verso l’alto come tante antenne in cerca di un campo celeste. Non puoi sbagliare, questo paesaggio può essere solo in Puglia: si chiama Valle d’Itria, e Cisternino ha la benedizione di adagiarsi proprio al suo interno.

Che sia un luogo speciale non ci stanchiamo di raccontarlo a tutti, ma poca cosa sarebbe la nostra ammirazione se questa eccezionalità non fosse anche testimoniata dai tanti riconoscimenti che il paese ha ricevuto: comune Gioiello di Italia, Borgo più bello d’Italia, Città slow, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, Bandiera Verde, Città per la pace.

Accoccolato su un’altura calcarea della Murgia orientale, è un dedalo di vie e piazzette ricavate nella commovente pietra bianca locale. Un bianco morbido, che assume via via le sfumature della giornata. Nei vicoli, si è avvolti dal profumo delle famose macellerie che cucinano a porte aperte e servono anche in strada. E fuori dal borgo, i muretti a secco, le masserie storiche, gli enormi fichi d’india.

La Valle d’Itria è la bandiera di quella che amiamo definire Italia minore, per distinguerla dalle grandi mete del turismo mainstream. Ma quello che vedi è tutto fuor che minore. Destinazione ideale di un turismo lento, attento al territorio e alla sua cultura, è uno scrigno di esperienze, luoghi, sapori. Imperdibili sono Ostuni, la città bianca del Salento, e Alberobello, il paese dei trulli.
Se ti stai chiedendo: “E il mare?”, eccoti accontentato. Sono circa 40 i chilometri di costa noti come la riviera dei trulli, dove si alternano dune e macchia mediterranea, baie sabbiose e scogli. Alcune località: Torre Canne con le spiagge di sabbia e i laghetti di acqua sorgiva che alimentano le terme locali; Pilone, dalla quale iniziano gli eleganti lidi di Ostuni; Savelletri, borgo di pescatori costellato di deliziosi ristoranti dove assaggiare i ricci appena pescati e altre meraviglie del mare. A un’ora di strada, l’affascinante Bari, con la città vecchia ricca di storia e folklore, e Lecce, la “Signora del Barocco”, ornata dalle guglie, i portali, le chiese ricamate come merletti, immerse in una surreale luce bianca che tutto modella.

E tu, sei pronto per vivere tanta leggerezza?

Come avrai inteso, MO’ ha una sua personalità.
Noi l’abbiamo arricchita con arte e design, ma la sua energia, la sua leggerezza,
quella no, ce le aveva già, prima del nostro arrivo.

Autem dicant cum ex, ei vis nibh solum simul, veritus fierent fastidii quo ea.
Cu solum scripta pro. Qui in clita everti
movet delectus.